Categoria: Utilità Windows Post inserito il 01/06/2016

Ecco il nuovo e subdolo trucchetto di Microsoft per farci passare a Windows 10

Corpo

Negli ultimi giorni la tattica di Microsoft per convincere gli utenti di Windows 7 e 8.1 a passare a Windows 10 si è evoluta… e purtroppo non per il verso giusto.

 

Obiettivo di Microsoft (ormai risaputo) di arrivare entro la fine del 2018 a un miliardo di dispositivi con Windows 10. L’odioso pop-up che invita a fare l’upgrade a Windows 10, e che tanto mi ricorda una tattica in stile malware, è iniziato a spuntare sui PC di milioni di persone mesi fa, ma negli ultimi tempi si è fatto ancora più invadente e subdolo.

  
Molti utenti con Windows 7 sono stati aggiornati “di nascosto” a Windows 10 nel giro di poche ore. Certo, ci sono sempre 30 giorni a disposizione per tornare a Windows 7, ma chiunque si sentirebbe tradito da un simile comportamento e avvertirebbe il fastidio di non avere più controllo sul proprio PC.
 molti utenti con Windows 7 sono stati aggiornati “di nascosto” a Windows 10 nel giro di poche ore. Certo, ci sono sempre 30 giorni a disposizione per tornare a Windows 7, ma chiunque si sentirebbe tradito da un simile comportamento e avvertirebbe il fastidio di non avere più controllo sul proprio PC
A inizio 2016 invece Microsoft ha trasformato il download di Windows 10 in un vero e proprio aggiornamento raccomandato
. Ciò significa che chiunque utilizzi l’impostazione di default di Windows Update (cosa tra l’altro caldamente consigliata) ha iniziato a scaricare l’aggiornamento e ha ricevuto il messaggio di avviso per installarlo. Ancora una volta, per evitare di farlo, non rimaneva altro che chiudere il pop-up cliccando sulla X.

La settimana scorsa Microsoft ha apportato un altro cambiamento alla sua tattica pro Windows 10. Apparentemente si tratta di un miglioramento, visto che il nuovo pop-up avvisa chiaramente quando il PC verrà aggiornato e fornisce la possibilità di rimandare il tutto a un altro giorno e a un altro orario. In realtà, cliccando sulla X in alto a destra delle finestra come abbiamo sempre fatto negli ultimi sei mesi (e Microsoft lo sa bene), ora si dà esplicitamente il consenso a iniziare l’installazione di Windows 10.

Le conseguenze negative di questo nuovo cambiamento sono principalmente due. Da un lato Microsoft sta di fatto costringendo a passare a Windows 10 gli utenti di Windows 7 e Windows 8.1 che per ora non vogliono eseguire l’aggiornamento. Dall’altro, per evitare un upgrade non voluto, questi utenti potrebbero essere spinti a disabilitare gli aggiornamenti automatici di Windows Update, con i rischi che si possono ben immaginare a livello di sicurezza.

Invece di ricorrere a questa soluzione estrema, si può utilizzare lo strumento gratuito GWX Control Panel, che permette di rimuovere e disabilitare questi odiosi pop-up, oppure un tool simile come Never10, sviluppato da noto ricercatore di sicurezza Steve Gibson. Due strumenti sicuramente utili e alla portata di tutti, anche se ha un che di vergognosodoversi rivolgere a tool di terze parti per evitare che il nostro sistema operativo si aggiorni contro la nostra volontà.

 

 

Citazione:
http://www.cwi.it/ecco-il-nuovo-e-subdolo-trucchetto-di-microsoft-per-farci-passare-a-windows-10_90268/

Google Adsense

Ultime notizie